Il mio carrello
    Psicoenciclopedia Possibile, Gianfranco Baruchello
    TreccaniTreccani Arte

    Psicoenciclopedia Possibile, Gianfranco Baruchello

    Volume più stampa serigrafica

    Volume più stampa serigrafica

    La Psicoenciclopedia problematizza l’idea di conoscenza enciclopedica come il titolo stesso ci suggerisce, attraverso l’impiego del termine “possibile”. Analogamente a molti altri lavori di Baruchello, proprio l’alfabeto e l'organizzazione scardinano le connessioni tradizionali tra parole e icone, decostruendo ogni forma di consequenzialità: la consueta funzione della didascalia viene meno insieme al concetto stesso di ordine tematico, dando invece luogo all' accostamento potenzialmente infinito di ciò che sembra non poter essere posto in adiacenza. La politica e la storia, il sogno e il rimosso, la natura e l’ambiente, il racconto e la memoria trovano in quest’opera espressioni inedite di convergenza e inattese giustapposizioni, attraverso l’instancabile curiosità che ha portato Baruchello ad interessarsi ad ogni aspetto del sapere.


    2020, 816 pagine
    Formato volume: 24 x 30,4 cm
    Formato serigrafia: 23 x 30 cm
    Tiratura di 250 esemplari + xv prove d’artista
    Composizione: cofanetto + volume + stampa + libro Note a margine. L’arte come esperimento del sapere di Carla Subrizi.


      Dopo la laurea in Giurisprudenza (1946), ha sperimentato l’immagine attraverso l’oggetto, costruendo i primi alfabeti di segni posti alla base della ricerca di un linguaggio che non rinuncia alla figura, seppur riconsiderata all’interno di un processo concettuale. Alcuni oggetti costituiti da libri o giornali assemblati e talvolta coperti di smalto bianco sono stati esposti nel 1962 a Parigi (Collages et objets) e a New York (New Realists).