Il mio carrello

    Penna Idea

    Alessandro Mendini, Penna Idea
    Alessandro Mendini, architetto, designer, pittore milanese, è internazionalmente considerato uno dei teorici più importanti del Novecento. Sin dall’inizio della sua carriera, a cavallo tra gli anni Sessanta e Settanta, tra impegno radicale, attività critica e sperimentazione, ha segnato il percorso di un’intera generazione di designer suoi allievi.
    Proprio dai primi anni della sua ricerca emergono tematiche che saranno seminali per tutta la sua carriera: il legame con le avanguardie artistiche, l’uso del colore, l’importanza dei pezzi-unici, l’artigianato e la tradizione, ma soprattutto l’approccio all’oggetto, sia esso edilizio o di design. Esemplare è la sua iconica poltrona Proust, realizzata tra il 1978 e il 1988 in soli quindici pezzi: una finta poltrona barocca, dalle dimensioni decisamente ingombranti e interamente dipinta a mano con una tecnica ispirata al Puntinismo.
    Durante la sua carriera ha affiancato produzioni di ricerca e riflessioni teoriche al lavoro con grandi aziende, per diventare uno dei responsabili della grandezza del Made in Italy. Tra queste ricordiamo le collaborazioni con Alessi, Bisazza, Driade, Swatch e Zanotta.
    «Nel mio immaginario da sempre Treccani rappresenta l’istituzione colta, fondamentale e ufficiale della lingua italiana» racconta il designer.

    La collaborazione tra Mendini e l’Istituto della Enciclopedia italiana inizia nel 2018 quando viene invitato a progettare delle penne per omaggiare Rita Levi-Montalcini e Giovanni Gentile, ma è nel 2019 che Treccani decide di affidarsi a Mendini per progettare una penna che potesse essere emblema di creatività e genialità, per celebrare uno dei motivi che rende noi italiani unici nel mondo. Sono pochissimi gli strumenti che racchiudono tutta la potenzialità creativa dell’uomo, capaci di essere di supportare la registrazione di quello che è alla base di ogni opera dell’ingegno: l’idea. Per definizione l’idea è ogni singolo contenuto del pensiero, ogni entità mentale. E non esiste niente di più fugace, mutevole e immediato. La Penna Idea nasce dunque in risposta alla necessità di fissare velocemente questo pensiero.

    Le linee scelte da Mendini per la Penna Idea rendono onore alla creatività che tutto il mondo ci invidia, accompagnata però anche dalla grande tradizione delle botteghe italiane e dagli artigiani che hanno realizzato la penna interamente a mano. «Il design italiano», sottolinea l’artista, «è fatto di piccole botteghe di grandi maestri che secondo me derivano direttamente dalla mentalità umanistica del rinascimento, [...] e queste penne sono fatte qui, all’interno di questo tipo di sensazioni».
    Scopri Penna Idea
    Scopri Penna Idea