Il mio carrello
    Untitled (Freeman House), Luisa Lambri
    TreccaniTreccani Arte

    Untitled (Freeman House), Luisa Lambri

    C-Print

    C-Print

    Il lavoro di Luisa Lambri si concentra principalmente sulla fotografia ed è caratterizzato dalla sua ricerca sulla condizione umana e il rapporto con lo spazio, basandosi su temi come il femminismo, l’identità, la storia e la politica della rappresentazione. Le sue opere occupano “uno spazio inedito tra l'astrazione fotografica e l'esplorazione spaziale dell'architettura”.


    2007/2021, C-Print, 50 x 70 cm
    Serie limitata di 25 esemplari + 10 prove d’artista
    Ciascun esemplare è firmato e numerato
    L’edizione è stata stampata da Grieger, Düsseldorf.


      Fotografa di luce e architettura, Luisa Lambri cattura frammenti di edifici esistenti: impronte del reale che indagano lo spazio attraverso tagli inediti, in grado di restituire non tanto la conformazione di un ambiente, quanto le percezioni e le sensazioni di un’esperienza vissuta all’interno dello stesso. Sguardi obliqui, riflessi e rifrazioni caratterizzano le immagini di Lambri, che rivisitano il linguaggio formale del modernismo, perseguendo un’operazione insieme critico-interpretativa ed estetica. È la stessa fotografa a dichiarare: “non c’è nessun rapporto diretto tra la funzione degli edifici e le mie immagini, io cerco di restituire uno stato d’animo […], l’architettura mi interessa solo perché la abito, ogni volta in modo diverso, da un punto di vista diverso e per la possibilità di trasformarla in qualcosa di diverso da quello che è […]. È come immaginare un’architettura in potenza o declinare i casi di una grammatica sentimentale inscritta in ogni edificio” (34 questions about memory and senses, in Luisa Lambri, 2001, catalogo della mostra).