Il mio carrello
    UTOPIA Rä di Martino - Filtro
    TreccaniTreccani Arte

    UTOPIA Rä di Martino - Filtro

    Poster d’artista

    $ 114.10

    o 3 rate da $ 38.03 senza interessiKlarnai

    Se vuoi essere aggiornato via e-mail non appena il prodotto sarà disponibile inserisci il tuo indirizzo email qui

    Poster d’artista

    Rä di Martino, la cui produzione artistica spazia dal video alla fotografia, seleziona per il progetto Utopia una parola chiave nel mondo foto/cinematografico. L’immagine qui riportata presenta una crepa che infrange un filtro, strumento fondamentale per regolare l’esposizione e modulare gli equilibri di luce e ombra. I tratti di un paesaggio abbozzato emergono dallo strappo e caratterizzano un’atmosfera sospesa tra realtà e finzione.


    2022, Stampa offset su carta 170gr,
    50 x 70 cm,
    100 esemplari, numerati e firmati dall'artista
    L’opera viene venduta senza cornice.


      Nata nel 1975 a Roma, ha frequentato il Chelsea College of Art e la Slade School of Art di Londra. Nel 2005, dopo aver conseguito il Premio New York dell’Italian Academy Columbia University, si è trasferita nella metropoli americana, dove è stata fino al 2010. Attualmente, vive e lavora a Torino. L’artista, attraverso l’utilizzo del medium filmico e fotografico, pervaso da un citazionismo colto e caratterizzato dal costante rimando a suggestioni musicali e letterarie, racconta il ruolo dei media nel diffondere la cultura popolare, che dilaga in tutti gli aspetti della vita contemporanea. Così, la sua produzione, dialogando con slogan pubblicitari o serie televisive, punta i riflettori sulla forza persuasiva che il piccolo e il grande schermo, invadendo — anche inconsciamente — meccanismi del pensiero, hanno conquistato. Svariati τόποι (topoi) vengono proposti attraverso una ripetizione ossessiva e disturbante, al fine di costruire atmosfere sospese e oniriche. Così, la poetica della regista romana, sfruttando un medium caldo — secondo la classificazione di McLuhan — quale il cinema, contraddistinto dall’alta definizione e dalla passività dell’osservatore, richiede invece un alto grado di partecipazione, un’immersione totale e attiva. Un delicato ed equilibrato gioco di sovrapposizioni, presente, ad esempio, nel progetto ospitato dalla Galleria Monitor a Roma nel 2011, ha l’intento di sondare il controverso rapporto tra l’industria filmica e gli spettatori-fruitori, inconsapevoli pedine di una dinamica manipolatoria. Il paesaggio acquista lo status di controfigura, mentre soggetti fantasmagorici popolano scenari indeterminati, al confine tra realtà e finzione. Ci ritroviamo davanti a luoghi sperduti nello spazio e nel tempo, o forse, a un Deserto dei Tartari, pianura meravigliosa e inquietante allo stesso tempo, sommersa da una nebbia metafora dello sperdimento che avvolge l’esistenza. Prestigiose istituzioni, quali MACRO e MAXXI a Roma, Museion a Bolzano, MCA a Chicago, Hangar Bicocca e PAC a Milano, la Tate Modern a Londra, il MoMA PS1 a New York, Palazzo Grassi a Venezia, GAM e Fondazione Sandretto Re Rebaudengo a Torino, hanno esposto le sue opere. Inoltre, ha partecipato a rinomati festival del cinema internazionali, come New York Underground Film Festival, VIPER Basel, Torino Film Festival, Festival del film Locarno, Transmediale.04, Kasseler Dokfest, e il Festival del Cinema di Venezia. Nel 2014 ha vinto il Premio SIAE e il Premio Gillo Pontecorvo. Ha ricevuto una menzione speciale ai Nastri d’Argento con il film The Show MAS Go On (2014). Infine Controfigura (2017), il suo primo lungometraggio, interpretato dal cast composto da Filippo Timi, Valeria Golino, Corrado Sassi, Younès Bouab, Nadia Kounda, presentato in anteprima alla 74ma edizione della Mostra Internazionale d'Arte Cinematografica della Biennale di Venezia, nella sezione fuori concorso Il Cinema nel Giardino, ha conseguito l’Eurimages Lab Award.


      Gli ordini possono essere soggetti a tempi di spedizione differenti.
      Si prega di consultare la sezione Spedizione e Consegna nell'area clienti, per verificare i tempi di spedizione.

      Se hai cambiato idea, puoi restituire un prodotto entro 14 giorni dalla consegna, completando la richiesta di reso online.  Per alcuni prodotti la procedura di reso potrebbe essere disabilitata, in questo caso si prega di contattare il Customer Service.
      I prodotti restituiti non devono essere stati alterati in qualsiasi modo.
      I prodotti restituiti devono avere tutte le loro etichette originali e devono avere la loro confezione originale e integra, compresa la scatola originale o la busta.