Il libro della Rivelazione

Il manoscritto Lat 14410 . Edizione a tiratura limitata 999esemplari numerati a mano

Descrizione

Il manoscritto Lat. 14410 della Bibliothèque nationale de France contiene il testo in latino dell’Apocalisse o Libro dellaRivelazione, ultimo dei libri del Nuovo Testamento. La tradizione l’attribuisce, insieme con il quarto vangelo e le tre lettere,a Giovanni figlio di Zebedeo, uno dei dodici apostoli di Gesù. Nel corso dell’opera l’autore designa sé stesso col nome diGiovanni, ma non rivendica per sé nessun titolo, neppure quello di presbitero che ritorna nelle lettere giovannee. Il Giovanniche si dichiara autore del testo non sempre viene identificato oggi con l'apostolo ed evangelista omonimo, come vuoleinvece una tradizione antica, di fatto tuttora autorevole. Rivendica però quelle prerogative chenell’antica Chiesa spettavano al profeta (collocato subito dopo l’apo-stolo). Scritto durante il regno di Domiziano (51-96 d.C.), intorno al 95d.C., sull’isola di Patmos, dove l’autore si trovava in esilio a causadella sua fede, questo libro è l’unico tra quelli del Nuovo Testa-mento a rientrare nel genere classificato come ’apocalittico’. Gio-vanni si fece portavoce della ’Rivelazione’, che Dio, attraversoGesù Cristo e per mezzo di un angelo, gli manifestò sotto formadi visione. Il testo è suddiviso in due parti: la prima è costituitada una lettera indirizzata a sette comunità cristiane d’Asia, men-tre la seconda presenta visioni, allegorie e simbolismi, i cuicomplessi significati vennero analizzati da numerosi esegeti.Il fine del testo giovanneo era quello di incoraggiare la spe-ranza nell’avvento imminente del Cristo e la perseveranzanel testimoniare la verità cristiana e, allo stesso tempo, am-monire i credenti, annunciando l’arrivo del Regno di Dioche garantirà la salvezza ai giusti, riservando agli im-puri «lo stagno ardente di fuoco e di zolfo».

Dettagli prodotto

Nonostante la sua difficile lettura e l’ancora più complessa analisi esegetica, per comprendere il testo e il suomessaggio bisogna prendere in considerazione il difficile momento storico in cui l’autore scrisse. Infatti, le persecuzionida parte di Domiziano nei confronti dei cristiani portarono i fedeli a una profonda crisi spirituale. Come Giovanni,influenzato da quei brutali eventi, anche i fedeli dell’epoca me-dievale rintracciarono nel proprio tempo i segnali di decadenzae di bisogno di rinnovamento inneggiati nell’Apocalisse. Fucosì che religiosi ed esegeti presero la profezia come chiavedi lettura del loro presente e futuro. Tra questi, ve ne fu unoin particolare a ravvivare l’interesse per il messaggio esca-tologico tramandato dal testo giovanneo: Gioacchino daFiore (1135 circa-1202), monaco cistercense vissuto du-rante il XII secolo, che portò all’attenzione di classi socialielevate e non una nuova visione della storia e del futuronella sua opera Expositio in Apocalypsim. La fine, cosìcome descritta nell’Apocalisse giovannea, sembravaavvicinarsi e gli eventi storici del tempo sembravano confermarlo. Il testo neotestamentario venne spessocopiato, dando vita a cicli illustrativi complessi, rea-lizzati per opere sia di piccolo sia di grande formato.L’iconografia divenne ricorrente, sia per la decora-zione delle pagine dei manoscritti sia per gli in-terni delle chiese. Databile al secondo quarto del XIV secolo circa e realizzato probabilmente nel nord della Francia, in Normandia occi-dentale, questo esemplare è stato spesso inserito in una specifica categoria di manoscritti contenenti l’Apocalisse gio-vannea, ovvero quella anglo-francese. In particolare, però, questo esemplare presenta due manoscritti ’fratelli’, simili senon addirittura uguali dal punto vista iconografico e stilistico (Londra, British Library, Add. ms. 17333, Val-Dieu Apocalypse,e New York, Metropolitan Museum of Art, Cloisters Collection, ms. 68.174, Cloisters Apocalypse).

Maggiori informazioni

Segnatura: Parigi, Bibliothèque nationale de France, ms. Lat. 14410
Datazione:secondo quarto del XIV secolo circa
Lingua: latino
Foliazione: ff. I, 42 (pp. 83)
Luogo di produzione: Normandia ccidentale
Decorazione: numerose iniziali calligrafiche e filigranate e 83 miniature tabellari che occupano la metàsuperiore di ciascuna pagina

Spedizioni e reso

Gli ordini possono essere soggetti a tempi di spedizione differenti.
Si prega di consultare la sezione Spedizione e Consegna nell'area clienti, per verificare i tempi di spedizione.

Se hai cambiato idea, puoi restituire un prodotto entro 14 giorni dalla consegna, inviando una richiesta al nostro Customer Service.
I prodotti restituiti non devono essere stati alterati in qualsiasi modo.
I prodotti restituiti devono avere tutte le loro etichette originali e devono avere la loro confezione originale e integra, compresa la scatola originale o la busta.

To Top